martedì 30 novembre 2010

La ricetta del pesto alla genovese: tradizione a modo mio!

Il pesto alla genovese è uno dei piatti tipici della Liguria, famoso in tutto il mondo e uno dei miei preferiti! Non è difficile preparare il pesto alla genovese, servono pochi ingredienti (buoni!) e pochi passaggi. Ecco la mia ricetta del pesto alla genovese: diciamo che con questi ingredienti faccio diversi barattolini per due persone!


Ingredienti pr il pesto alla genovese:

40-50 foglie di basilico, meglio se basilico dop genovese;
40 gr. di pinoli;
1 spicchio d'aglio;
parmigiano e olio q.b.
sale.


Dunque, per la ricetta del pesto alla genovese tradizionale ovviamente servirebbe un bel mortaio in cui pestare tutti gli ingredienti fino ad ottenre il nostro bel pesto. Non avendo un mortaio io uso semplicemente il frullatore, che certo non darà lo stesso risultato in gusto, ma sicuramente è molto pratico e veloce.
Dopo aver lavato bene le foglie di basilico, si mettono nel frullatore insieme ai pinoli, uno spicchio d'aglio e un pò d'olio, e si inizia a frullare il tutto. A seconda della densità del pesto si aggiunge un filo d'olio un pò alla volta, fino a creare la giusta cremosità. Infine si aggiunge il parmigiano e un pizzico di sale, a proprio piacimento e si continua a frullare il tutto, sempre aggiungendo l'olio se necessario. Tutto qui! Una volta raggiunta la densità desiderata, il pesto è pronto!
Se poi si ama particolarmente l'aglio si possono mettere due spicchi invece che uno, secondo il gusto personale di ognuno.
Ovviamente il pesto alla genovese è ideale con una bella pasta, come le trenette al pesto.

5 commenti:

  1. Ciao cara! a me piace tantissimo il pesto alla Genovese, ma purtroppo ha la sfortuna di rimanermi pesante =(
    Era da un po' che cercavo la giusta ricetta per farlo, ed ora voilà eccola trovata! grazie 1000!

    ti andrebbe di seguirci a vicenda????
    http://folliedimakeup.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Ciao Lolly!Guarda, io mangiavo il pesto comprato e, a parte che non c'entra niente col sapore, mi rimaneva sullo stomaco... poi ho scoperto che farlo è proprio facile!ti posso dare un consiglio? prova con pochissimo aglio, io infatti ne ho messo uno ma a volte ne metto anche solo mezzo, proprio perchè non lo digerisco!
    come no, ti vengo subito a cercare, se hai un banner possiamo anche scambiarlo!
    Vale

    RispondiElimina
  3. Grazie alla tua silenziosa visita ho conosciuto il tuo blog e mi piace tantissimo l'idea di parlare e presentare prodotti e ricette tipiche delle nostre regioni. Posso chiederti come ti documenti sulle ricette? Anche a me piace fare ricerca sulle firette tradizionali e a volte è complicato. Se ti va parliamone via mail

    in ogni caso ti seguirò....ciaoooo

    RispondiElimina
  4. @Pamirilla: grazie, sono contenta che ti piaccia!Allora, mi documento un pò su internet, un pò coi libri di cucina che ho a casa, un pò con amici e vicini! Ovviamente le ricette della mia regione (Lazio) le conosco bene e anche quelle delle regioni di origine della mia famiglia, insomma ci sono tanti modi! ;)
    Mi farebbe piacere parlarne via mail!
    A presto
    Vale

    RispondiElimina
  5. Ho un regalino per te!! Se ti va, passa a trovarmi!! Baci

    RispondiElimina